GRIFONE D'ORO     

L’associazione Pro Loco della città di Grosseto, nell'intento  di esaltare i valori culturali, economici, sociali e turistici della città e/o della Maremma, conferisce ogni anno un pubblico riconoscimento a persone, enti, associazioni, imprese che ne risultino meritevoli. Le suddette persone, enti, associazioni, imprese devono essere originarie della Provincia di Grosseto e devono avere dato lustro alla terra natale nel corso della loro carriera o attività creativa; oppure devono avere soggiornato ed operato in Maremma in modo tale da valorizzarne le potenzialità e favorirne lo sviluppo. 

Il premio fu istituito nel 1958, un anno dopo la fondazione dell'associazione, e venne assegnato all'Ing. Ferdinando Innocenti, per la cospicua donazione di denaro che permise la costruzione di un moderno ospedale per Grosseto.

Il premio consiste in un attestato riportante le motivazioni dell'assegnazione e una piastra d'oro su cui è rappresentato un grifone rampante, viene consegnato ogni anno il 10 agosto festa di San Lorenzo, patrono della città.

Corpo di leone e testa d'aquila,  il grifone è segno di potenza e forza ed è simbolo della città di Grosseto.

Regolamento assegnazione Grifone d'oro.

I Grifoni d'oro degli ultimi dieci anni:

2012 – Giovanni Lamioni

2014 – Ubaldo Corsini

2015 – Irio Tommasini

2016 – Nomadelfia

2017 – Caseificio Il Fiorino

2018 – Antonio Di Cristofano

2019 – Gianfranco Luzzetti

2020 – Roberto Ricci

2021 – Andrea Coratti 

2022 - Ambra Sabatini (nella foto tra  il Vicesindaco Fabrizio Rossi e il Presidente Dott. Andrea Bramerini )

La premiata di quest’anno è Ambra Sabatini, l’atleta protagonista di straordinarie prestazioni in termini di tempi, con il record del mondo, e di risultati, con la grande vittoria nei 100 metri piani T63 ai Giochi Paralimpici di Tokyo: un nome che ha immediatamente messo d’accordo tutti. Il noto premio è assegnato, come ogni anno, a chi si è distinto in un particolare campo o ha valorizzato il nome e il patrimonio del nostro territorio.

“Ambra Sabatini- dice Andrea Bramerini – è l’esempio più alto di come l’impegno, il lavoro, la dedizione siano più importanti di qualsiasi altra cosa e vadano ben oltre la sfortuna. Ha portato con orgoglio e valore il nome di Grosseto in giro per il mondo, esaltando tutta la città e gli sportivi con le sue imprese. Il Grifone è il giusto riconoscimento ai suoi sforzi ed al suo talento”.

“Credo davvero – afferma il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna – che con Ambra Sabatini non potevamo fare una scelta migliore. Un’atleta che simboleggia un mondo di valori che devono essere da esempio per la nostra intera comunità. Talento, voglia di superarsi, caparbietà, amore e passione: Ambra è tutto questo e molto altro, non avendo mai rinunciato, anche dopo lo strepitoso risultato di Tokyo, a spendersi concretamente per il territorio che ama. Il Grifone d’oro 2022 non poteva andare in mani migliori”.

“Questa è la mia prima votazione al Grifone d’oro, in qualità di presidente della provincia – afferma Francesco Limatola – e il mio voto non poteva non andare ad Ambra, che rappresenta una pietra rara che riesce ad andare oltre i grandi meriti sportivi ottenuti. Una campionessa nello sport e soprattutto nella vita, uno dei volti migliori non solo della provincia di Grosseto ma anche dell’Italia di oggi, un esempio per tutti”.

 

Share:  Add to Facebook Tweet This