ANNO 1971 - PROLOCO DI GROSSETO

Vai ai contenuti

Menu principale:

ANNO 1971

GRIFONI D' ORO > ANNI 70

Anno 1971  Renato Pollini


“per il lustro che ha arrecato costantemente alla vita cittadina con la sua ultra ventenna­le, appassionata e fattiva attività in qualità di assessore ai lavori pubblici prima, e di sindaco poi, per la soluzione dei più importanti problemi interessanti it nostro comune".

Renato Pollini (Grosseto, 8 febbraio 1925 – Firenze, 20 agosto 2010) è stato un politico italiano.Esponente del Partito Comunista Italiano, a 21 anni divenne consigliere provinciale e poi assessore ai lavori pubblici, fu sindaco di Grosseto dal 1951 al 1970, quando venne eletto alle elezioni regionali in Toscana nelle liste del PCI e confermato per tre legislature consecutive (1970-1975, 1975-1980 e 1980-1985), ricoprendo anche la carica di assessore regionale al bilancio e finanze
Senatore nella IX e X Legislatura, membro del Comitato Centrale, della Commissione Centrale di Garanzia del PCI, Vicepresidente Vicario del gruppo parlamentare PCI-PDS del Senato nella X legislatura, è stato Tesoriere del partito dal 1982 al 1989[2], quando si dimise per motivi di salute[3].
Fu arrestato nel maggio 1993 in seguito allo scandalo di Tangentopoli, ma venne successivamente scarcerato su istanza dei difensori[4]. Fu inquisito otto volte ed è stato sempre assolto in tutte le vicende giudiziarie in cui era stato coinvolto
È morto a Firenze all'età di 85 anni

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu